Stuzzichini ed antipasti

Premessa: questa non è un’attività inventata completamente da me. Il criceto che alberga nel mio cervello, in questi giorni preannusava il ponte quindi ha avuto bisogno di un “LA” più tonante del solito per mettere in moto le rotelle. Come dicevo ad alcune colleghe ieri sera, quando ho condiviso in anteprima con loro i miei intenti per avere dei consigli, quest’attività è frutto di uno “scopiazzo creativo”.  Alcuni giorni fa, Leggendo Leggendo ha pubblicato una guida, pensata da Rick Riordan, per accompagnare la lettura nella secondaria di I grado di Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo –  Il ladro di fulmini.

Naturalmente ho iniziato a leggerla.  Più procedevo più la trovavo interessante ma non ero (e non sono) sicura di potere/voler leggere tutto il libro in classe. Così  mi sono chiesta come avrei potuto conciliarla sia con un’attività di chiacchiere letterarie, sia con un allenamento ad una pre-lettura critica, creativa e riflessiva.

LA PROPOSTA DIDATTICA

percyNe è scaturito un PREZI che, in sintesi, mi ha permesso di svolgere in 2 ore queste attività:

stuzzicami con un libro

Introduzione al testo con book talk condotto dall’insegnante per presentare l’autore ed il protagonista della saga, leggere una mini sintesi del risvolto di copertina (mica vogliamo dire tutto a ‘sti ragazzi…giusto il necessario per farli fremere di curiosità) e proporre il trailer del film che è stato tratto dal libro.

congetturiamo sui fatti

14872541_10211356401051907_1296788144_n
“Ganzo! Mia madre mi insegna a lottare con i tori”

Lettura dell’indice del libro e conseguente attività per sviluppare l’immaginazione, la creatività, la curiosità verso i contenuti, le capacità di dialogo e di riflessione.

Dopo aver letto l’indice del libro ho chiesto ai ragazzi di scegliere i 2 o 3 titoli dei capitoli da cui erano stati particolarmente attirati, di appuntarseli sul quaderno e di condividere con il proprio vicino/a di banco le motivazioni della scelta e le proprie congetture sul contenuto degli stessi. Li ho lasciati “chiacchierare” per 5 minuti poi abbiamo condiviso in classe le idee di ciascuno. Ne abbiamo discusso, le abbiamo affinate o le abbiamo trasformate.  Per concludere questo step ciascuno di loro ha scelto un titolo e ha scritto (per 5 minuti) sul suo quaderno quali eventi immaginava potessero svolgersi al suo interno.

immaginiamo i luoghi

14875007_10211356389211611_1453243553_n-1Questa volta si è trattato di scegliere, tra i luoghi che caratterizzano il Campo Mezzosangue, (la mappa è sulla guida proposta da Riordan)  quale visitare e, naturalmente, di immaginarne le caratteristiche ed il ruolo all’interno della vicenda. In questo caso, dopo una breve chiacchierata,  i ragazzi potevano scegliere se iniziare a descrivere o a disegnare sommariamente (ho concesso 5/6 minuti di tempo) la propria immagine mentale dello stesso.

perfezioniamo i luoghi

Nuova mappa uguale più dettagli. Ho proposto alla classe la mappa del Campo Mezzosangue presente sul sito di Riordan. Osservarla ha dato modo ai ragazzi di approfondire l’idea che si erano appena fatti dell’aspetto dei luoghi. Esatto. Avete pensato bene: in altri 5/6 minuti hanno approfondito/modificato/preso appunti per cambiare i loro disegni o le loro descrizioni.

i personaggi: colleghiamoli alla nostra mitica vita immaginaria.

Questa parte di lavoro si è dipanata intorno ad una semplice domanda: Con quale dio o dea vorresti essere imparentato per poter essere un semidio?

Ho chiesto ai ragazzi di rispondere sul quaderno; di motivare la scelta e di indicare quali poteri vorrebbero poter ereditare dall’illustre avo. Secondo voi ce l’hanno fatta a non condividere oralmente con i compagni le loro scelte?  Secondo voi, alla fine dell’attività, mi sono accomodata sulla sedia del lettore e ho servito come antipasto un pochino del primo capitolo del libro? E… secondo voi…qualcuno dei miei magnifici 43 (due classi) l’avrà inserito nella lista dei libri che ha intenzione di addentare?

LE REAZIONI DEI/NEI RAGAZZI

  • Durante la presentazione di Percy, ragazzo dislessico, con deficit di attenzione e combina guai qualcuno ha esclamato: “MIOH (esclamazione tipica del luogo) è come me!”
  • Durante la visione del trailer una ragazzina se n’è uscita con un: “Che fi-ga-ta!”
  • I più gettonati tra i titoli dei capitoli sono stati: Disintegro accidentalmente la prof di matematicaun dio ci compra i cheeseburgher. 
  • Il pino di Talia, dal tronco rugoso e nodoso, è protetto da un drago alato dagli artigli affilati, piumati e caleidoscopici.
  • – Prof! Posso avere Zeus come trisnonno, Atena come mamma e Apollo come cugino? – No! Ne scegli uno solo! – Ma dai Prof! Giuro che ci scrivo il triplo delle pagine se mi lascia! – 
  • Lo leggiamo tutto in classe vero?
  • Chi ha voglia di leggere il libro dopo l’attività di oggi? Foresta di braccia alzate.
  • Prof! Ci si può scrivere una poesia su noi come parenti di un dio?
  • Alla richiesta di dedicare il compito settimanale di “scrittura sulla lettura” a Percy Jackson in diversi hanno protestato: Prof! a me non mi ci basta una pagginaemmmezza! Io mi sa che poi scrivo di più! Posso?

Sì caro. Scrivi. E leggi.

Che cresci bene.

Annunci

2 pensieri su “Stuzzichini ed antipasti

I commenti sono chiusi.